Il progetto Farfalle in ToUr vola fino in Scozia

NatureScot (Scottish Natural Heritage), un ente scozzese che si occupa di conservazione della natura scrive un articolo su Torino e le sue infrastrutture verdi.
Jim Jeffrey (Pollinator Strategy Manager), tramite Twitter, ha contattato il team del progetto Farfalle in ToUr, che è inserito all’interno del Progetto ProGireg e Orti Generali, di cui la Cooperativa “La Rondine” insieme ad altri partner fa parte, per avere maggior informazioni.

ecco il link: https://www.nature.scot/torinos-vision-green-and-bold

EXPO SALUTE MENTALE “Un ponte per tutti, i Servizi Semiresidenziali della ROT Psichiatria Sud/Ovest – Torino”


All’interno dello scenario Piemontese si inseriscono i Servizi Territoriali Semiresidenziali della ROT Psichiatria Sud-Ovest dell’ASL Città di Torino, gestiti dalla Cooperativa La Rondine. In particolare il Sostegno Territoriale Integrato ed il Centro Territoriale Faber hanno, all’interno di un progetto di ordine nazionale quale EXPO Salute Mentale, portato alla luce il loro lavoro sui percorsi di cura messi in atto secondo il modello di Recovery, affinché gli utenti raggiungano una loro autonomia personale e sociale.
La cornice normativa all’interno di cui ci si muove, fa riferimento alla deliberazione della Giunta della Regione Piemonte del 3 agosto 2018, n.116-7442 “Disposizioni per l’avvio della sperimentazione inerente progetti terapeutici individuali di domiciliarità e sostegno territoriale integrato per i pazienti psichiatrici” definisce i Progetti di Sostegno Territoriale Integrato, attivabili dai Dipartimenti di Salute Mentale delle ASL, come una delle articolazioni dell’attività territoriale dei DSM, ad integrazione degli interventi residenziali, dei trattamenti territoriali di base e dei Progetti di Sostegno alla Domiciliarità.

Un ponte per tutti, i Servizi Semiresidenziali della ROT Psichiatria Sud/Ovest – Torino

Covid 19 – “Esperienza di una Educatrice Professionale”

Il 21 Novembre 2020, alla Tavola Rotonda del Convegno “Covid-19 e Salute Mentale” dell’Arcidiocesi di Torino partecipa la Dott.ssa Anna Laura Ventresca, Educatrice Professionale Referente del Servizio del Sostegno Territoriale Integrato dell’ASL Città di Torino Distretto Sud-Ovest; servizi in appalto alla Cooperativa Sociale “La Rondine”.
Il Convegno ha rappresentato un momento di incontro tra diverse realtà lavorative. La collega porta all’attenzione del tavolo, il lavoro dei colleghi nel periodo della pandemia; racconta di come l’essere resilienti permette di reinventarci, anche se con fatica.

https://www.bioeticanews.it/covid-19-esperienza-di-uneducatrice-a-la-rondine-asl-torino/

Kontatto Plurale – “La Finestra sul Cortile”

KONTATTO PLURALE “Una Finestra sul Cortile” è un sito web che, durante il periodo lockdown causato dall’emergenza COVID19, nasce da un’idea di alcuni educatori della Cooperativa La Rondine dei Servizi Territoriali della ROT Psichiatria Sud-Ovest dell’ASL Città di Torino. Grazie al patrocinio e al contributo della Circoscrizione 2 della Città di Torino e al lavoro degli educatori della Cooperativa con gli utenti dell’ASL, che hanno messo e continuano a mettere a disposizione le loro competenze informatiche, il sito ha preso forma concretizzandosi. Il sito “Kontatto Plurale – Una Finestra sul Cortile” diventa una finestra di comunicazione e di interfaccia sul e con il mondo, un insieme di strumenti comunicativi puntuali per la circolazione di eventi, temi, attività e progetti non solo riguardanti i nostri Servizi, i diversi Servizi di Salute Mentale e le diverse associazioni della salute mentale presenti sul territorio torinese, ma anche i vari enti, formali e informali, e le diverse associazioni circoscrizionali e cittadine, facenti parte della rete che la Cooperativa La Rondine ha consolidato con diverse realtà del territorio. Tutto questo nell’ottica di una sinergia e di una complementarietà tra le diverse realtà cittadine, una rete virtuale di collaborazioni virtuose che permetta la promozione e la prevenzione della salute mentale e del benessere psicologico e favorisca lo sviluppo di comunità. A partire con il nuovo anno, ogni mercoledì dalle 15.00 alle 17.00 sarà attiva una chat, amplificatore di riflessione e scambio di idee e luogo virtuale dove gli educatori si rendono disponibili a rispondere alle domande, non solo degli utenti, ma di tutti i cittadini afferenti allo spazio virtuale, con l’obiettivo di fornire un supporto “leggero” socio educativo a distanza, rivolto in maniera particolare ai giovani, con l’obiettivo di prevenire il disagio psichico e di promuovere la salute mentale e tutte le forme di benessere psicologico. www.kontattoplurale.org

Metamorfosi, un’installazione di Street Art per un progetto di inclusione e socializzazione

La UOC Dipendenze Patologiche di Viterbo, diretta dalla dottoressa Lagrutta, afferente al Dipartimento Cure Primarie della Asl di Viterbo, diretto dal dottor Cimarello, la Società Cooperativa Sociale La Rondine, l’associazione artistico culturale “Yarn Bombing Viterbo APS”, in collaborazione con il Comune di Viterbo, con l’indispensabile e attiva partecipazione dei ragazzi del centro diurno del Ser.D, hanno dato vita a Metamorfosi, il progetto che ha sperimentato una nuova modalità di inclusione, socializzazione e appartenenza al territorio. Un progetto che unisce il servizio sociale del Comune con il lavoro del Ser.D. In un periodo in cui la pandemia ci ha costretto alla chiusura e all’impossibilità di realizzare attività socializzanti, i lavori ideati e creati dai ragazzi all’interno del centro possono così essere mostrati alla città e diventare parte integrante degli addobbi natalizi. Tutte le informazioni sull’iniziativa sono disponibili al seguente link  https://www.comune.viterbo.it/metamorfosi-uninstallazione-di-street-art-per-un-progetto-di-inclusione-e-socializzazione/#

INFORMAZIONI PER DONARE IL TUO 5 PER MILLE

INFORMAZIONI PER DONARE IL TUO 5 PER MILLE:

Per donare il tuo 5 per mille nella dichiarazione dei redditi (730, CU, Modello Redditi) cercare “scelta per la destinazione del 5×1000” e firmare nello spazio dedicato a: “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, etc.”. Sotto la propria firma occorre inserire il codice fiscale della Cooperativa: 01978220695 (codice fiscale del beneficiario). Il 5×1000 non va confuso con l’8×1000, sono due scelte differenti e una NON esclude l’altra. Destinare il proprio 5×1000 non costa nulla.

 

Officine della Salute – III edizione

Nei giorni 4-5-6 Giugno 2019, @Open Incet, Via Cigna 96/17 d – Piazza Teresa Noce 17, si terrà la terza edizione di Officine della Salute. L’evento, realizzato con il patrocinio della Città di Torino, nasce dall’iniziativa dell’ASL in collaborazione con la Cooperativa La Rondine, la Onlus il Bandolo e la Cooperativa Zenith.

Locandina Officine della Salute

Giornata Internazionale dell’Infermiere – 12 maggio

Il 12 maggio si celebra la Giornata Internazionale dell’Infermiere, istituita dall’International Council of Nurses, la federazione delle oltre 130 associazioni che rappresentano più di 13 milioni di infermieri in tutto il mondo e cade nel giorno della nascita di Florence Nightingale (12 maggio 1820), fondatrice delle scienze infermieristiche moderne.

La Cooperativa ringrazia tutti gli infermieri impiegati nei servizi per la professionalità, l’impegno e la costanza che mettono ogni giorno nel proprio lavoro.

La Cooperativa invita gli infermieri a prendere visione del nuovo Codice Deontologico approvato il 13 aprile 2019 dal Consiglio Nazionale dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche.

http://www.fnopi.it/norme-e-codici/deontologia/il-codice-deontologico.htm

 

Foodpride – Laboratorio di cucina presso le Raffinerie Sociali

L’ASL Città di Torino, con il Dipartimento di Salute Mentale, e la S.C.S. La Rondine ha partecipato come partner al progetto dell’ente capofila Associazione Eufemia: Food P.R.I.D.E.: Partecipare, Recuperare, Integrare, Distribuire, Educare. Buone pratiche per ridare dignità agli scarti. Il progetto è finanziato dalla Compagnia San Paolo e si propone di valorizzare e capitalizzare, attraverso la promozione di forme di donazione, il recupero delle eccedenze dell’invenduto edibile nelle zone mercatali e nei negozi di prossimità.

Nello specifico, il Dipartimento di Salute Mentale e i servizi di domiciliarità,  si occuperanno del laboratorio di cucina presso le Raffinerie Sociali di via Fagnano 30/b. I nostri educatori accompagneranno alcuni utenti a imparare a destreggiarsi tra i fornelli, con l’aiuto di tecnici esperti di alimentazione e cucina. Il progetto vuole essere un aiuto per quegli utenti che necessitano acquisire o ri-acquisire competenze nella preparazione del cibo, molto spesso demandata ai famigliari con cui vivono. Il percorso partirà il 5 marzo ed è strutturato in due step da 20 incontri ciascuno, che si svolgeranno il martedì mattina presso le Raffinerie Sociali, dalle 9.30 alle 15 circa. Il gruppo cucinerà insieme, lavorando sulla composizione di un menù bilanciato, partendo da ciò che si è raccolto e si consumerà il pranzo insieme.