CSM Pescara Sud Area Maiella – Morrone


Centro Diurno “Pescara Sud”


Il Centro diurno di Pescara sud ha avviato le sue attività con la gestione della Cooperativa Sociale La Rondine (Consorzio SGS) a partire dal 1 luglio 2014. E’ sito in via Paolini, 68 Pescara e gli orari di apertura sono : dal lunedi al venerdì dalle 9.00 alle 16.00; il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

  • Accesso ai servizi

L’accesso al Centro diurno è rivolto ad utenti in carico ai CSM referenti che presentano, oltre la patologia psichica, una forma di disagio relazionale ed individuale. L’invio al servizio avviene da parte del medico psichiatra di riferimento del CSM attraverso una relazione sulle problematiche cliniche e comportamentali dell’utente con le relative indicazioni sul progetto terapeutico da avviare. Per ogni utente inserito viene stilato dal CSM un progetto riabilitativo individuale con riferimento agli obiettivi da raggiungere e le attività consigliate. Tale progetto viene fornito e condiviso con l’equipè professionale del Centro diurno.

L’utente, accompagnato da un membro dell’equipè del CSM, effettuerà una prima visita al Centro diurno durante la quale, gli operatori presenti illustreranno le varie attività a cui dovrà partecipare.

Il Centro diurno di Pescara sud si avvale di un’equipè professionale composta da: 2 Psicologhe psicoterapeute, 1 Assistente Sociale, 1 Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica, 1 Maestro d’arte, 1 educatore. Tale equipè multisciplinare si riunisce per incontri operativi di discussione di casi e aggiornamenti a cadenza quindicinale anche alla presenza del coordinatore del servizio.

Tutte le attività che si svolgono all’interno del Centro diurno sono strutturate e monitorate dall’equipe del CSM attraverso un’attenta e proficua collaborazione e un efficace lavoro di rete che vede coinvolti attivamente tutti gli operatori ciascuno per la propria professionalità. A cadenza bimestrale infatti, le due equipè si incontrano per delle riunioni operative. La sinergia tra il CSM e l’equipè multidisciplinare del C.D. ha reso possibile l’attuazione di una vera e propria presa in carico dell’utente che lo vede coinvolto a 360 gradi, nei vari aspetti della sua vita. Anche il legame che si è riusciti a creare con il territorio circostante fornisce utili strumenti per portare avanti le attività riabilitative.

Ciascun utente viene accolto, seguito e aiutato a recuperare e consolidare le capacità individuali e sociali al fine di raggiungere il miglior funzionamento possibile accanto all’efficacia della cura farmacologica.

Le attività del centro diurno, che possono essere distinte in riabilitative e occupazionali, sono rivolte agli utenti che partecipano in base ai propri progetti individualizzati a seconda dell’area maggiormente deficitaria e degli aspetti da migliorare.

Tra le attività riabilitative si segnalano:

  • Laboratorio social skill traning e consapevolezza emotiva

A cura delle psicologhe psicoterapeute, il laboratorio ha finalità di sviluppo di abilità sociali semplici e complesse, riconoscimento e gestione delle emozioni attraverso tecniche di mindfulness, fronteggiamento dell’ansia e riconoscimento dei pensieri intrusivi attraverso esercizi di defusione cognitiva ed espansione /tecniche ACT e terapia cognitiva comportamentale di terza generazione), sviluppo di comportamenti assertivi e costruzione di risposte abili di socializzazione e problem solving. Il laboratorio si svolge 2 volte a settimana.

  • Colloqui psicologici individuali

A cura delle psicologhe psicoterapeute. I colloqui sono finalizzati sia alla valutazione diagnostica attraverso strumenti teststici che alla ricostruzione della storia di vita e del problema, individuazione dei fattori stressanti e degli schemi cognitivi disfunzionali, alla rottura dei circuiti emotivo-cognitivi-comportamentali patologici con l’obiettivo dell’individuazione di pensieri e comportamenti più funzionali volti ad aumentare la flessibilità psicologica e favorire la concentrazione sul momento presente. I colloqui si svolgono 2 volte a settimana, con una frequenza quindicinale per ogni utente.

  • Laboratorio di cura del sé e psicoeducazione alla malattia

A cura del tecnico della riabilitazione psichiatrica, ha finalità di promozione della cura e dell’igiene personale, approfondimento della malattia e dei segnali precoci di crisi, di prevenzione delle ricadute, dell’aumento della compliance farmacologica e dello sviluppo della maggior autonomia possibile nella cura della propria salute psico-fisica. Il laboratorio si svolge 1 volta a settimana.

  • Progetto benessere

A cura del tecnico della riabilitazione psichiatrica, è nato con l’idea di promuovere uno stile alimentare più adeguato alle esigenze personali e volto allo sviluppo di un rapporto più sano con il cibo e meno legato ad atteggiamenti impulsivi, compulsivi e spesso compensatori, più in generale ad un più adeguato rapporto tra corpo e mente. Il laboratorio si svolge 1 volta a settimana.

  • Laboratorio di comunicazione sociale

A cura dell’assistente sociale, è finalizzato allo sviluppo del senso critico attraverso la presentazione di focus tematici di interesse sociale. Viene utilizzato il circle time per la condivisione e l’espressione dei temi trattati al fine di promuovere lo sviluppo di un pensiero personale autonomo, riflessivo e costruttivo. Il laboratorio si svolge 1 volta a settimana.

  • Visite domiciliari e colloqui con i familiari degli utenti

Il progetto di monitorare l’andamento del progetto riabilitativo a domicilio è nato dall’esigenza, discussa e condivisa con gli assistenti sociali del CSM, di creare un legame, una collaborazione ed un coinvolgimento attivo dei familiari degli utenti, i quali tendevano ad avere rapporti esclusivi con l’equipè del CSM ma ad essere sfuggenti e poco interessati alle attività del Centro diurno. In concerto con il CSM è stato definito un protocollo operativo che vede la creazione di calendario di visite domiciliari da effettuare ad opera dell’assistente sociale e del tecnico della riabilitazione psichiatrica del Centro diurno e di una riunione operativa con il medico psichiatra e l’assistente sociale di riferimento dell’utente che preceda la visita domiciliare stessa al fine di definirne modalità ed obiettivi che in linea di massima sono volti a sostenere i familiari nella gestione domestica del proprio caro, a migliorare le interazioni tra di loro individuando i comportamenti che mantengono e rinforzano le situazioni problematiche e a coinvolgerli negli obiettivi stabiliti all’interno del progetto riabilitativo individualizzato. Al termine di ogni visita domiciliare viene redatto un verbale a cura dell’assistente sociale che viene poi fornito e discusso con l’equipe del c.d. e con il CSM durante gli incontri bimestrali.

  • Laboratorio artistico

Il laboratorio artistico viene effettuato dall’educatrice ed è seguito con grande entusiasmo e partecipazione dagli utenti; le finalita’ di tale lavoro sono soprattutto rivolte allo sviluppo delle abilita’ di coordinazione psicomotoria attraverso l’utilizzo di strumenti artistici e tecniche creative differenziate, promozione della conoscenza di se ed espressione dei propri stati d’animo attraverso la creazione di lavori artistici da utilizzare come strumento di  legame con il territorio. A tal proposito va sottolineato che negli scorsi anni 2014 e 2015 sono state organizzate, con grande successo ed interesse della collettività, mostre ed eventi esterni alla struttura in cui sono stati esposti i lavori artistici degli utenti, anche grazie al supporto di associazioni territoriali. Il laboratorio artistico creativo viene proposto 2 volte a settimana.

  • Laboratorio di storia ed educazione civica

Tale attività, proposta il sabato mattina ha come finalita’ il potenziamento delle abilita’ cognitive quali la memoria, l’attenzione e la capacita’ di comunicazione verbale attraverso esercizi di comprensione, rielaborazione ed espressione linguistica. Tale laboratorio riscontra un notevole interesse e crea notevoli spunti di discussione tematica e di approfondimento anche durante le attività ricreative.

  • Laboratorio di educazione motoria

L’educazione motoria viene svolta da un istruttore di educazione fisica sia all’interno di una palestra mediante convenzione con la stessa e quindi con accesso totalmente gratuito per gli utenti, i quali vengono seguiti dall’istruttore in un allenamento individualizzato sia nell’attività di calcetto. La finalita’ di tale progetto è la promozione del benessere psico-fisico, sviluppo delle capacita’ di aggregazione e conoscenza delle regole comportamentali nelle attivita’ sportive al fine di migliorare le abilità sociali ed espandere la rete di conoscenze. Attraverso il tesseramento con la UISP è stato possibile, per due annualità consecutive, far partecipare gli utenti del c.d., accompagnati dagli operatori de La Rondine, al torneo nazionale “matti per il calcio” presso Montalto di Castro, esperienza rivelatasi molto positiva in termini di gratificazione e raggiungimento di un buon livello di autonomia personale.

Tra le attivita’ occupazionali ricordiamo il laboratorio di cucina quotidiano che prevede la preparazione dei pasti da parte degli utenti sotto la stretta supervisione degli operatori, il riassetto, e l’acquisto degli alimenti. Questo tipo di attività in realtà ha una evidente finalità riabilitativa in quanto permette all’utente di imparare a cucinare o di esercitarsi a farlo, prestando attenzione ad aspetti quali l’alimentazione, l’igiene dell’ambiente in cui si lavora e la gestione di un ménage familiare con relativo budget.

  • Attività di Cineforum, con la creazione di un’apposita bacheca in cui ogni utente può suggerire il titolo di un film da vedere,
  • Attività di creazione di un giornalino ad uscita trimestrale (il primo numero previsto per Aprile);
  • Attività ludico/ricreative;
  • Uscite territoriali/ gite sia strutturate e previste all’interno dei percorsi di riabilitazione individuali sia quali momenti di svago e aggregazione tra gli utenti del C.D..

Referente dei servizi – Coop. La Rondine

Dott.ssa Arnaldina Di Ilio

Direttore Unità Operativa Complessa Pescara- SUD–Area Maiella e Morrone

dott. Sabatino Trotta

Relazione Pescara Sud


Centro Diurno “Tocco da Casauria”


Il Centro diurno di Tocco da Casauria ha avviato le sue attività con la gestione della Cooperativa Sociale La Rondine (Consorzio SGS) a partire dal 1 luglio 2014. E’ collocato presso il Polo Sanitario di Tocco da Casauria in via XX Settembre e gli orari di apertura sono:  dal lunedi al venerdì dalle 9.00 alle 16.00; il sabato dalle 9.00 alle 13.00.

  • Accesso al servizio

L’accesso al Centro diurno è rivolto ad utenti in carico ai CSM referenti che presentano, oltre la patologia psichica, una forma di disagio relazionale ed individuale. L’invio al servizio avviene da parte del medico psichiatra di riferimento del CSM attraverso una relazione sulle problematiche cliniche e comportamentali dell’utente con le relative indicazioni sul progetto terapeutico da avviare. Per ogni utente inserito viene stilato dal CSM un progetto riabilitativo individuale con particolare riferimento agli obiettivi da raggiungere e le attività consigliate. Tale progetto viene fornito e condiviso con l’equipè professionale del Centro diurno. L’utente, accompagnato da un membro dell’equipè del CSM, effettuerà una prima visita al Centro diurno durante la quale, gli operatori presenti illustreranno le varie attività a cui dovrà partecipare.

L’équipe professionale multidisciplinare che opera all’interno del Centro Diurno è composta da una psicologa, un tecnico della riabilitazione psichiatrica, due tecnici delle scienze psicologiche e un maestro d’arte.

L’equipè della Cooperativa La Rondine lavora in stretta collaborazione con l’equipè del CSM di Tocco la quale assicura agli operatori un assiduo scambio di informazioni e di pareri professionali. L’equipè si riunisce internamente al Centro ogni quindici giorni anche alla presenza del coordinatore del servizio. La presa in carico dell’utente avviene in forte sinergia con il CSM il quale illustra e discute con gli operatori del C.d. i progetti riabilitativi individualizzati e definisce con loro le attività da proporre agli utenti. Anche il monitoraggio delle attività e dei risultati ottenuti avviene con costanza ed efficacia ad opera del CSM. Grande sforzo viene destinato da parte di entrambe le equipè di lavoro per il coinvolgimento attivo dei familiari degli utenti, tanto da aver strutturato un percorso di incontri e riunioni, all’interno del c.d., volte a far conoscere le attività del c.d. e a creare forme di collaborazione efficaci tra famiglie e struttura.

Le attività previste sono:

  • Social Skills Training

A cura del tecnico della riabilitazione psichiatrica è un’attività strutturata che permette di sviluppare e migliorare le abilità sociali degli utenti. Tramite situazioni di vita quotidiana, “simulate” in gruppo, viene appreso come comunicare in modo adeguato e come relazionarsi agli altri evitando conflitti e fraintendimenti. Frequenza settimanale

  • Psicoeducazione di gruppo

Questa attività di gruppo, condotta dal tecnico delle scienze psicologiche, è volta a aumentare la consapevolezza delle proprie difficoltà e, al tempo stesso, delle risorse a disposizione degli utenti. I temi trattati sono tipicamente l’ansia, la paura, la rabbia, emozioni e stati d’animo che accomunano molti di loro e la conoscenza e la consapevolezza di tali forme di disagio permettono sia di trovare strategie di gestione sia di uscire dall’isolamento che rende ancora più importante il disagio stesso. Frequenza settimanale.

  • Laboratorio ACT

attività a cura della psicologa del c.d. che mira alla riflessione sugli stati d’animo per una maggiore comprensione dei propri vissuti e dei comportamenti che, di conseguenza, vengono posti in essere. Il laboratorio di ACT viene svolto una volta la settimana.

  • Laboratorio di Stimolazione Cognitiva

Tale laboratorio, svolto dal tecnico delle scienze psicologiche, è finalizzato alla stimolazione delle capacità come attenzione, memoria, logica, intuizione. Frequenza del laboratorio una volta a settimana.

  • Laboratorio di Educazione Socio-Affettiva

A cura della psicologa, questa è un’attività di gruppo che mira a sviluppare la capacità di riconoscere e distinguere vari tipi di emozioni, per poterle esprimere in maniera adeguata al fine di rendere funzionali i rapporti interpersonali e di migliorare le relazioni. Il laboratorio viene svolto una volta a settimana.

  • Laboratorio di Scrittura Creativa

utilizzare la scrittura come mezzo di comunicazione, esprimere opinioni ed esperienze attraverso la scrittura mette in relazione con gli altri, crea condivisione e valorizza le capacità del singolo. Questo è l’assunto da cui nasce questo particolare laboratorio che vede poi gli elaborati degli utenti sono organizzati e pubblicati all’interno del giornalino del C.d..

Gli utenti che frequentano il c.d. risultano esser molto entusiasti di questa attività, che permette loro di liberare sentimenti ed emozioni attraverso la scrittura delle esperienze vissute e ad elaborare i propri vissuti attraverso la rilettura degli stessi e a ri-costruire un “romanzo” della propria vita denso di significato. Condividere le esperienze contribuisce a creare uno scambio utile con gli altri e migliora il livello di informazione. Il laboratorio viene effettuato saltuariamente, secondo la programmazione del c.d.

  • Laboratorio Arteterapia

Condotto settimanalmente dal tecnico della riabilitazione psichiatrica, è un’attività che attraverso l’utilizzo di materiale pittorico, espressivo e manuale fornisce la possibilità di sviluppare capacità di collaborazione, di condivisione di interessi comuni e di socializzare. Numerosi i prodotti finali di tale laboratorio, come manufatti di pregiato valore, che sono stati esposti ed ammirati in numerose occasioni di eventi organizzati esternamente al Centro diurno.

  • Colloqui individuali

A cura della psicologa e del tecnico delle scienze psicologiche, i colloqui sono sia finalizzati alla valutazione diagnostica attraverso strumenti teststici sia rappresentano uno spazio personale durante il quale esprimere ed elaborare le difficoltà che gli utenti incontrano quotidianamente.

  • Progetto Benessere

Il progetto viene portato avanti dall’intera l’èquipe professionale. E’ un lavoro mirato al benessere globale, con particolare attenzione agli aspetti della cura di se, dell’igiene personale, dell’alimentazione e dell’esercizio fisico. Consiste in una serie di attività pianificate con l’obiettivo di promuovere il benessere globale della persona, ovvero fisico e psicologico insieme. A tale scopo l’equipè professionale del centro ha strutturato tre laboratori che si occupano di differenti aspetti quali la cura del se, l’alimentazione adeguata e l’esercizio fisico.

Durante il laboratorio di Cura del Sé, vengono svolte attività che stimolano ad occuparsi quotidianamente della propria persona, in termini di igiene personale e abbigliamento, dell’ambiente di residenza, mantenendo adeguate abitudini di vita. Il Laboratorio di Cucina permette all’utente di imparare a cucinare o comunque a rendersi autonomo rispetto all’alimentazione, all’igiene dell’ambiente in cui si lavora, al riordino e riassetto e all’acquisto degli alimenti ( spesa e gestione budget).

Il Progetto Benessere prevede anche la pratica dell’esercizio fisico regolare che viene svolto, con frequenza settimanale, attraverso il Laboratorio di Danza e la frequenza presso una palestra esterna al c.d.

  • Laboratorio di Musica

Condotto da un maestro d’arte il quale ha strutturato un vero e proprio coro composto da utenti ed operatori del c.d., e operatori del CSM di Tocco. Il coro ha avuto modo di esibirsi, con il plauso del pubblico, in occasione della festa natalizia organizzata dal c.d. e CSM presso il teatro comunale di Tocco da Casauria.

Tra le attività ricreative/occupazionali vanno menzionate:

le Uscite Esterne Riabilitative (tutta l’èquipe professionale): ovvero uscite sul territorio, e vere e proprie gite che rappresentano momenti di svago ma soprattutto momenti di apertura all’esterno del Centro Diurno, per favorire la socializzazione in ambienti più grandi e vasti. Questo percorso è stato graduale, partendo da piccole uscite per compiere acquisti in prossimità del c.d., fino a uscite organizzate nel territorio. ( Sorgenti del Pescara-Popoli, Ciucolandia- Capestrano, Parco Lavino- Scafa, Zoomarine- Pomezia, uscite al mare presso il lido del Carabiniere a Pescara, frequentazione della piscina c/o camping San Martino- Capestrano). Il Cineforum condotto dal tecnico delle scienze psicologiche. Si tratta di uno spazio dedicato al cinema, che oltre la semplice visione permette di riflettere sul contenuto del film attraverso la condivisione con gli altri.

 

Referente dei servizi Coop. La Rondine

Dott.ssa Arnaldina Di Ilio

Direttore Unità Operativa Complessa Pescara- SUD–Area Maiella e Morrone

dott. Sabatino Trotta

 

Relazione CD Tocco da Casauria